NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Grazie all’evoluzione informatica è possibile compiere una serie di operazioni sul web. Tra le tante operazioni, si è diffuso il conto corrente online e quasi tutte le banche offrono il servizio di home banking.
Se da un lato questo sistema ha favorito la velocità e la comodità dei servizi, dall’altro ha causato delle falle dal punto di vista della sicurezza.
Al mondo esistono esperti informatici in grado di intrufolarsi nelle pagine web o nei sistemi informatici delle banche in modo da carpire i dati necessari per accedere ai conti degli ignari clienti, che si vedono svuotare il conto o parte di esso.
Ferma la penale responsabilità di chi compie questi furti, la banca è responsabile per non aver fornito un servizio adeguato alle esigenze di sicurezza della clientela.
Nonostante vi siano numerose pronunce della giurisprudenza, le banche ancora si rifiutano di restituire ai clienti quanto è stato loro sottratto illecitamente a causa del disservizio delle banche stesse.
Lo studio Cusumano si batte per non far subire una seconda ingiustizia ai clienti, dapprima derubati e poi non risarciti. Molti correntisti, grazie all’aiuto dello studio Cusumano hanno potuto ottenere la restituzione di quanto illegittimamente sottratto.
Diverso dal furto di dati è il fenomeno del phishing in cui l’ignaro cliente subisce una vera e propria truffa, in quanto il truffatore inganna l’utente che cade in una trappola particolarmente insidiosa e viene indotto a dare i propri dati personali ed i propri dati di accesso. La banca deve informare i clienti di questo fenomeno in modo da evitare il diffondersi di questo sistema illegittimo.

Breve definizione

Per furto di dati consiste nell’ottenere i dati di accesso di taluno in modo non autorizzato per compiere azioni illecite di sottrazione di denaro.
Il phishing è un tipo di truffa effettuata su internet attraverso la quale un malintenzionato cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso. Il termine (letteralmente in lingua inglese pescare) allude all’uso di tecniche sempre più sofisticate per “pescare” dati finanziari e password di un utente.

Share this: