I legali della BPVi chiedono di conoscere al più presto il dispositivo della sentenza

E’ attesa la decisione del TAR sul ricorso presentato da Adusbef nei confronti di Banca d’Italia, la presidenza del Consiglio dei ministri e il ministero del Tesoro. 

Ieri, 10.02.2016, dinnanzi alla terza sezione del tribunale regionale laziale, si è tenuta l’udienza pubblica di merito sul ricorso presentato contro la riforma delle  banche popolari che chiede che sia la Consulta a stabilire se il decreto del governo, che obbliga gli istituti alla trasformazione in Spa entro fine anno, sia costituzionale o meno.

Il dubbio di costituzionalità si basa sull’adozione da parte del governo dello strumento del decreto legge in mancanza dei presupposti di necessità ed urgenza.

Fino ad ora solo Ubi e Veneto Banca hanno approvato la trasformazione in Spa, mentre la BPVI ha convocato l’assemblea per il 5 marzo. 

Il Tribunale amministrativo avrebbe dovuto discutere il merito, ma, su accordo delle parti, si è deciso di mandare la causa direttamente in decisione. 

Il legale di ADUSBEF, l’associazione dei consumatori fondata e presieduta da Elio Lannutti, ha affermato: “I consumatori intendono partecipare direttamente e difendere le proprie tesi davanti alla Corte, non solo come semplici soggetti che intervengono nel giudizio pendente. I consumatori inoltre sperano sia calendarizzato al più presto il ricorso davanti alla Corte” “Chiediamo la remissione alla Corte, dove peraltro già pende un ricorso”. Infatti, anche la Regione Lombardia si è rivolta alla Consulta con un ricorso contro il decreto dell’esecutivo sulle popolari e la prima udienza è stata fissata il 5 luglio.

Oltre a quello presentato da Adusbef, al Tar sono presenti altri due ricorsi sempre sul provvedimento che impone la trasformazione delle popolari in società per azioni. 

Nel frattempo i legali della Banca Popolare di Vicenza hanno chiesto di conoscere al più presto il dispositivo della sentenza. Infatti in attesa dell’assemblea del 5 marzo ove l’assemblea voterà si o no alla trasformazione in spa, sono tantissime le iniziative organizzate per informare i soci di quanto sta accadendo. La Dott.ssa Camilla Cusumano, delegata Adusbef ha partecipato a moltissimi incontri in tutto il Veneto per tutelare gli azionisti. Infatti l’Adusbef offre tutela agli azionisti truffati a 360°.

Categorie: News